ITACA ADERISCE ALLA CARTA DI PORDENONE

“Crediamo nella parità tra i generi e nelle politiche di conciliazione”

PORDENONE – Sostenere una cultura di pari opportunità e conciliazione, promuovere un’immagine equilibrata e plurale di donne e uomini, superare e contrastare gli stereotipi di genere. La Cooperativa sociale Itaca ha aderito alla Carta di Pordenone, il protocollo d’intesa su “media e rappresentazione di genere” sorto a Pordenone per favorire la conoscenza e diffusione dei principi di uguaglianza, pari opportunità, riconoscimento e valorizzazione delle differenze. “Crediamo nella parità tra i generi e la scelta di aderire alla Carta di Pordenone per noi è stata quasi naturale – spiega la presidente della Cooperativa sociale Itaca, Orietta Antonini -, una conseguenza del nostro impegno 25ennale che da sempre si indirizza verso le politiche di genere e la conciliazione”.

Carta di Pordenone nasce con la consapevolezza che comunicazione responsabile e sensibilizzazione di operatori e operatrici possano contribuire all’abbattimento degli stereotipi di genere, per sviluppare il rispetto delle identità di donne e uomini in modo coerente con l’evoluzione dei loro ruoli nella società.

“Crediamo sia fondamentale ampliare la trattazione delle politiche di conciliazione alla stregua di modelli culturali, sociali ed economici. Come Itaca pensiamo che educare alla condivisione – prosegue la presidente Orietta Antonini -, e anche al coinvolgimento degli uomini nel lavoro di cura, che è tipicamente femminile, sia indispensabile per modificare la cultura e la visione di genere. Sia nella famiglia, sia nel lavoro, ma anche nei servizi, nella vita pubblica, nella politica”.

Itaca è una Cooperativa sociale che si occupa di servizi alla persona e conta circa 2 mila lavoratori, l’83% dei quali è costituito da donne che spesso ruotano sulle 24 ore. “La conciliazione è e resta un punto centrale – sottolinea la presidente della Coop sociale friulana -, per accogliere meglio i bisogni delle nostre lavoratrici in particolare, ma anche dei nostri lavoratori, senza differenze”. Le esigenze di conciliazione delle donne “non sono un ostacolo per l’impresa sociale, anzi, rappresentano una spinta all’innovazione di metodo e di processo nell’organizzazione del lavoro e nelle politiche di sviluppo della Cooperativa”.

Da molti anni, abbiamo attivato una serie di interventi e di politiche integrate che agiscono su vari fronti non solo facendo leva sul piano economico. Parliamo di voucher e di servizi di supporto nella gestione di figli o altri familiari, dell’ampliamento di permessi e congedi (anche ai papà), di maggiori indennizzi per la maternità, di rendicontazione e bilanci di genere, di formazione e informazione, di flessibilità, un insieme di strumenti che favoriscono la conciliazione, le pari opportunità e la valorizzazione del lavoro femminile.

“L’adesione alla Carta di Pordenone per Itaca non è solo una questione sociale e culturale – conclude la presidente Antonini -, ma integra le tante azioni in essere per andare incontro alle esigenze di donne e uomini sia di flessibilità e conciliazione, sia di valorizzazione e crescita professionale, senza distinzione di genere”.

La Carta di Pordenone è un protocollo d’intesa per promuovere una rappresentazione rispettosa della dignità della persona nell’ambito dell’informazione e della comunicazione, sottoscritta l’8 luglio 2015 nella sala rossa del municipio di Pordenone. A oggi vi aderiscono oltre 40 tra soggetti istituzionali, enti e associazioni tra cui Comune di Pordenone, Associazione Voce donna – Centro antiviolenza, Assostampa Fvg, CCIAA Pordenone, CGIL Pordenone, Cinemazero, Consigliera di Parità della Provincia di Pordenone, Regione Fvg, Consulta degli Studenti della Provincia di Pordenone, Ordine degli Avvocati di Pordenone, Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia, Provincia di Pordenone – Assessorato alla Cultura, Teatro comunale “Giuseppe Verdi” di Pordenone.

Scarica il testo integrale della Carta di Pordenone

Fabio Della Pietra

Un pensiero su “ITACA ADERISCE ALLA CARTA DI PORDENONE

  1. Pingback: Signing the Charter of Pordenone | Free to Choose

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...